Succhietti ergonomici: i migliori del 2020, costi

Quando parliamo di neonati e bambini che hanno un’età compresa nella fascia di età che definiamo la prima infanzia. In questo periodo di tempo, che di solito va dai primi giorni di vita fino all’incirca ai 2\3 ani di età, i bambini  spesso utilizzano degli strumenti che sono pensati appositamente per le loro esigenze. Tra questi forse il primo che vi viene in mente è il succhietto, anche chiamato comunemente ciuccio. In effetti questo è forse lo strumento che più di tutti ci fa pensare ai bambini e all’infanzia. Si tratta di uno di quei prodotti che tutti i genitori si troveranno ad acquistare in vista della nascita dei bambini e che poi andranno ad utilizzare per molto tempo. L’utilizzo del ciuccio è ormai sdoganato da moltissime persone, anche se ancora ci sono alcuni che ne sconsigliano l’utilizzo. In effetti, pur avendo numerosi benefici, il ciuccio però potrebbe anche causare degli svantaggi.

Questi svantaggi derivano principalmente dal tipo di ciuccio che acquisterete per i vostri bambini e anche dal tipo di utilizzo che ne farete nel tempo. Abbiamo esaminato in un altro articolo alcuni piccoli consigli che vi aiuteranno ad utilizzare il succhietto in modo da evitare che questo causi danni ai bambini. Oggi però ci concentreremo in particolare su un modello: il succhietto ergonomico. Vediamo perchè dovreste preferirlo agli altri modelli.

 

Il succhietto

Partiamo dal capire innanzitutto quali sono le caratteristiche dei succhietti in generale e come si utilizzano. Il succhietto, o ciuccio, non è altro che una simil tettarella realizzata in materiali come la plastica, la gomma, il caucciù o il silicone. La forma della tettarella può essere di vario tipo, questa sarà una scelta che dovrete fare in base alle esigenze del bambino e alla sua età.

Comunque, indipendentemente dal tipo di succhietto che sceglierete, l’obiettivo per il quale questo strumento va utilizzato è sempre lo stesso. Infatti questo strumento può essere utilizzato per calmare il bambino, per tranquillizzarlo o semplicemente per conciliare il sonno. La maggior parte dei genitori utilizzano il ciuccio, ovviamente un modello adatto, sin dai primi mesi di vita del bambino. Ma andiamo ad analizzare nel dettaglio quello che oggi viene considerato uno dei modelli migliori in commercio.

Perchè scegliere un modello ergonomico

Il succhietto ergonomico è sicuramente uno dei più popolari e diffusi oggi, ma quali sono le caratteristiche di questi strumento? Ebbene si tratta di un ciuccio che ha una forma che si adatta alla bocca del bambino; in poche parole questo modello di ciuccio ha una forma a simil goccia, che però si presenta schiacciata e ricurva verso l’alto. Inoltre questo modello è asimmetrico, nel senso che deve essere utilizzato nel verso corretto. Ma quali sono i motivi per cui dovreste prediligere questo tipo di ciuccio rispetto ad altri?

Il primo motivo è da ricercarsi proprio nel tipo di forma; la forma del ciuccio ergonomico è fatta per adattarsi al palato del bambino, infatti è conosciuto come uno dei succhietti meno pericolosi per lo sviluppo di palato e denti. Inoltre il succhietto ergonomico è di solito realizzato in materiali davvero ottimi.

Le caratteristiche essenziali

Ma, nell’acquistare un modello di succhietto ergonomico, quali sono le caratteristiche a cui dovreste prestare attenzione? In realtà si tratta più o meno delle stesse caratteristiche che dovreste valutare nell’acquisto di qualsiasi modello di ciuccio. Vediamo quali sono:

  • Materiali di realizzazione
  • Forma e dimensione
  • Praticità di utilizzo

I modelli migliori

Nel valutare le caratteristiche che abbiamo preso in esame, avrete la possibilità quindi di selezionare quelli che attualmente sono i migliori modelli in commercio.

Per avere un ulteriore garanzia di qualità, prediligete modelli di marchi come Chicco, Mam, Philips Avent e altri.


Back to top