Succhietti in lattice: i migliori articoli di Giugno 2020, prezzi, recensioni

Il succhietto è considerato dalla maggior parte dei genitori uno strumento davvero molto utile e pratico, sopratutto in determinate situazioni. In commercio sono disponibili infatti numerosi modelli di succhietti per neonati e per bambini, che si differenziano l’uno dall’altro per varie caratteristiche; tra queste ricordiamo la forma del succhietto, la sua dimensione e anche i materiali utilizzati per la sua realizzazione. Sono queste infatti le caratteristiche che vanno a differenziare i vari modelli ed è sempre attraverso l’esamina di queste caratteristiche in particolare che potrete capire quali sono i modelli più adatti all’età e alle esigenze del vostro bambino. Il succhietto potrebbe  costituire un grosso vantaggio in alcune situazioni; infatti sappiamo bene che si tratta di un prodotto che dai bambini viene visto come un mezzo di conforto. E’ ideale quindi per tranquillizzarli, calmarli e consiliare il sonno.

Ma come potete capire quale potrebbe essere il materiale di realizzazione più adatto al vostro bambino’? Ebbene, in commercio ci sono tanti materiali diversi, ed è molto semplice esaminandone le principali qualità capire quale potrebbe essere quello più adatto a una determinata fascia di età. In questo articolo andremo ad esaminare principalmente un materiale: il lattice. Vedremo di che tipo di materiale si tratta, perchè dovreste sceglierlo e quali differenze presenta rispetto ad altri materiali. Iniziamo subito!

 

Il succhietto

Il succhietto è uno strumento conosciuto e utilizzato praticamente in ogni parte del mondo; in effetti si tratta di uno dei primi prodotti a cui pensiamo, o che colleghiamo con il periodo della prima infanzia. Sia neonati che bambini un po’ più grandi infatti, possono trovare grande beneficio nell’utilizzo di un succhietto. Secondo alcuni specialisti ed esperti del settore, il succhietto non solo serve a tranquillizzare il bambino, ma ha molti altri benefici. Uno dei più interessanti che mi vengono in mete è il fatto che, utilizzandolo durante il sonno, può prevenire la sindrome della morte in culla.

Come dicevamo nell’introduzione di questo articolo, i succhietti in commercio possono essere vari e anche molto diversi tra loro. Quindi, per capire quale potrebbe essere il modello più adatto alle vostre particolari esigenze, dovreste tenere conto di alcune caratteristiche fondamentali. Una delle prime da prendere in considerazione è il materiale utilizzato per la loro realizzazione.

In quali materiali è disponibile?

La cosa più importante da valutare quindi, prima di decidere il modello di ciuccio da acquistare per il vostro bambino, è il materiale in cui è realizzato. Vediamo quali sono i principali materiali utilizzati per i succhietti:

  • Plastica
  • Gomma
  • Caucciù
  • Silicone
  • Lattice

Abbiamo esaminato in precedenza alcuni di questi materiali, ma oggi vogliamo concentrarci in particolare sul lattice.

I succhietti in lattice

Visto che abbiamo detto che oggi prenderemo in esame i succhietti in lattice, vediamo cos’è questo materiale.

Il lattice è un materiale di origine semi-naturale, che somiglia molto al caucciù sia nel colore che per quanto riguarda le sue proprietà.

Infatti si tratta di una gomma molto morbida e flessibile, ma caratterizzata da una superficie molto porosa, che quindi potrebbe essere maggiormente predisposta a deformarsi e alla contaminazione batterica. Come per quelli in caucciù, i succhietti in lattice sono consigliati a partire dai 4 mesi.

Perchè sceglierli?

Abbiamo scoperto qualche caratteristica del lattice, ma perchè dovreste prediligere un succhietto realizzato in questo materiale piuttosto che in un altro? Uno dei motivi principali è il seguente:

Il lattice è un materiale molto morbido, quindi piacevole per i bambini, ma allo stesso tempo ha una superficie porosa che resiste benissimo ad eventuali morsi dei bambini. 

Si tratta quindi del succhietto ideale da utilizzare quando per i bambini inizia il processo di dentizione; potranno infatti mordicchiarlo senza problemi senza paura di romperlo.


Back to top